Articoli

Materassi ignifughi per alberghi

Materasso ignifugo per alberghi – Come sceglierlo

Materassi per alberghi: parliamone.
Secondo il mio personale punto di vista nelle strutture ricettive alberghiere, la camera da letto, per il riposo notturno, deve sempre avere specifici requisiti.
Ovviamente con “qualcosa” in più. Il tutto senza dimenticare che spesso e volentieri è proprio questa camera che rimarrà impressa nei ricordi dei vacanzieri. Insomma, della serie non più solo qualche mobile qua e là.
Un riposo salutare e ristoratore dipende dalla qualità del materasso. Sceglierlo con attenzione, valutandone caratteristiche e qualità è importantissimo, anche se quello dei materassi è un mondo in continua espansione!

Materasso per hotel a 5 stelle: ecco come valutarlo

Il materasso, infatti, è uno degli elementi a cui bisogna dare particolare importanza per il nostro benessere e quello dei nostri ospiti. Non pensiamo sia un elemento secondario, ma anzi, i suoi requisiti e caratteristiche sono fondamentali in quanto il nostro corpo necessita di essere coccolato e accolto da un comodissimo materasso. Quindi ritengo che il miglior mobile di una stanza d’albergo sia proprio il “materasso” che sia singolo o matrimoniale non importa. La mia affermazione è scontata, ma non per tutti!

Un buon riposo salutare e ristoratore dipende proprio dalla qualità del materasso. Sceglierlo con attenzione, valutarne caratteristiche e particolarità è importantissimo.
Oggi, ancora più del passato, occorre avere un occhio di riguardo per questo elemento.

Materassi ignifughi per alberghi: che caratteristiche devono avere?

Gli albergatori devono mettersi in “testa” che i clienti ritorneranno se hanno mangiato e dormito bene.
È ormai a conoscenza di tutti che il materasso per alberghi, hotels e in generale per strutture ricettive deve avere delle caratteristiche specifiche e in primo luogo deve essere ignifugo; ma non basta: deve possedere anche l’omologa in classe 1 IM, cioè deve essere in possesso di una certificazione rilasciata dal Ministero degli Interni.

Il nostro materasso ideale per strutture alberghiere – Il materasso SVEZIA

In questo post vorrei parlarti del nostro modello SVEZIA ideale per le strutture alberghiere con un alto turn over di clienti, anche in sovrappeso.
Il materasso Svezia ha una struttura portante costituita da molle bonnel hd, caratterizzata da un elevato numero di elementi, 212 molle al mq, in acciaio temperato da 2,00 mm., ad alto contenuto di carbonio, che ne garantisce la resistenza nel tempo; è rinforzato ed indeformabile, permette di ottenere un’ottima rigidità, requisito indispensabile per un buon materasso ortopedico durevole a lungo nel tempo.
Il materasso Svezia omologato è anallergico in quanto le imbottiture in fibra poliestere fiber fill sono nuove, batteriologicamente pure e inattaccabile da tarme muffe e insetti.
Vorrei puntualizzare che vengono lavorate all’interno dei nostri stabilimenti di Cerasolo Ausa di Rimini.

Un’altra dote di questo materasso è il rivestimento costituito da un robusto tessuto di poliestere intrinsecamente ignifugo e antimacchia. Ciò significa che il tessuto di cui è costituito il telo di copertura è idrorepellente a tutti i liquidi, pertanto non si sporca facilmente, e non permette agli stessi di penetrare tra le fibre; si può pulire con un panno tamponando ed igienizzare con prodotti comuni.
Consigliamo sempre di proteggere il materasso con un coprimaterasso, anch’esso ignifugo, per allungare ancora di più la vita del tessuto di rivestimento. Il coprimaterasso potrà essere rimosso e lavato, con comuni detersivi e disinfettanti, tantissime volte senza perdere le proprie caratteristiche.

Materasso ignifugo a molle SVEZIA

Non è facile stabilire ogni quanto tempo andrebbe cambiato il materasso. I molleggi, che sono la loro anima, sono in acciaio temperato molto robusti, pertanto hanno una vita particolarmente lunga, diciamo che siano pressoché indistruttibili. È ovvio che quel che si usura nella maggior parte dei casi è il tessuto; oppure succedeva che, il materasso, venisse macchiato in maniera molto evidente e diventava impresentabile.
Ecco perché abbiamo cambiato le nostre scelte, indirizzandoci sull’uso di tessuti che abbiano almeno due requisiti:

  1. resistenti;
  2. antimacchia.

Materasso ignifugo a molle SVEZIA con tessuto antimacchiaNoi inoltre consigliamo ogni tanto di aspirare, ruotare e/o capovolgere il materasso, per allungargli ancora di più la vita.
Comunque, direi che sistematicamente un materasso va sostituito ogni 10/12 anni circa. Quindi meglio investire qualche soldo in più per assicurare il miglior riposo ai clienti, con un buon materasso, piuttosto che acquistarne uno scarso che poi si è costretti a cambiare nel giro di breve.

Questo modello viene confezionato in tutte le misure dalla singola standard 190×80 alla matrimoniale XXL 200×180.
Inoltre, diamo al nostro cliente, la possibilità di scegliere tra due altezze, la classica da cm 21 oppure da cm 25, per donare al letto uno stile più moderno e lussuoso.

Materasso per le case di cura

Materasso ignifugo per case di cura e lungodegenze – Come sceglierlo

La vita di un materasso in una casa di cura

In questo post vorrei sottolineare le qualità che un materasso deve avere per soddisfare tutte o quasi le esigenze di un degente in una casa di cura o di riposo, senza tralasciare le lunghe degenze.
Nel post del nostro materasso sanitario modello SINTEX STAR avevo raccontato come la nostra azienda negli ultimi 30 anni ha investito nella ricerca di materassi per l’ambiente ospedaliero. E dopo aver realizzato il modello SINTEX STAR, abbiamo creato il modello MANUELA, realizzando il quale abbiamo pensato oltre alla comodità, la sicurezza e l’igienicità dell’utilizzatore, anche a facilitare il lavoro del personale addetto alla pulizia e/o al cambio delle fodere che rivestono il materasso, in quanto essendo impermeabili non assorbono nessun liquido; pertanto la lastra interna viene protetta al 100% da tutti gli agenti esterni e non si bagna, mentre qualsiasi liquido può essere rimosso semplicemente con una spugna, poi disinfettato. Tutte queste operazioni si eseguono sul posto, senza dover sostituire o spostare il materasso.

 

Il materasso “Manuela” – Il migliore in ambito sanitario

Il modello MANUELA è un materasso in poliuretano espanso densità 30 a cellule aperte; il che significa che il prodotto racchiude un’alta percentuale di aria.
Il poliuretano è adattabile sia nelle misure, ma soprattutto in termini di sostegno e deformabilità. Questo significa che può essere più o meno duro o soffice ed avere un comportamento di ritorno alla forma iniziale dopo l’uso;  nell’ambiente di degenza di compressioni ne subisce tantissime, visto che il materasso viene utilizzato per 24 ore al giorno e sempre da persone con corporature e pesi diversi.
Inoltre il poliuretano può essere realizzato in qualsiasi misura per poter alloggiare perfettamente in ogni tipo di letto ospedaliero, anche elettrico.
Il poliuretano da noi scelto per la realizzazione del modello MANUELA è indeformabile, ad alta resilienza, ignifugo permanente ed omologato dal Ministero degli Interni in Classe 1 IM.
La lastra di poliuretano, che costituisce il materasso, è in regola con la norma AIR BUS ATS 1000.001 relativa all’emissione dei fumi e loro tossicità durante la combustione, con relativa Certificazione.

Il rivestimento del materasso Manuela lo rende unico

La caratteristica che rende unico nel suo genere il materasso modello MANUELA è il rivestimento. Abbiamo scelto un tessuto ignifugo permanente, impermeabile a qualsiasi liquido, costituito da una trama di poliestere accoppiata a caldo su una trama di poliuretano. Confezionato con cerniera in Nylon su tre lati per facilitare le operazioni di cambio fodera. Il tessuto utilizzato è anallergico e antibatterico, non accumula calore ed è fresco ed igienico. È resistente alla disinfezione con tutti i comuni disinfettanti. Può essere lavato fino a 95°.

Noi consigliamo di effettuare i lavaggi dei prodotti in schiuma poliuretanica, come il tessuto in questione, a temperatura ambiente senza l’utilizzo di solventi e/o detersivi aggressivi e senza sottoporre i materiali a stress meccanici limitando a pochi minuti il trattamento al fine di minimizzare la degradazione delle caratteristiche del materiale.
Per una sterilizzazione totale il materiale può anche essere trattato in autoclave ad una temperatura massima di 105 ° C, anche qui limitando a pochi minuti il trattamento, sempre al fine di minimizzare la degradazione delle caratteristiche del materiale.
Trattandosi nello specifico di tessuto Impermeabile (Poliestere + Poliuretano F.R.), le fodere di rivestimento, possono essere lavate con comuni detergenti e acqua ossigenata, sterilizzabile a 134° per max 7 minuti. Molto importante è utilizzare l’ipoclorito di sodio unicamente in fase di prelavaggio, in soluzione diluita e a bassa temperatura con successivo accurato risciacquo.
Come spiegato, questo tipo di tessuto è veramente eccezionale per l’impiego nei vari reparti delle strutture ricettive di assistenza alla persona perché è traspirante e inoltre è particolarmente leggero e malleabile.

 

 

Durata di un materasso sanitario

La vita media di un materasso Manuela è lunga, non possiamo quantificarne il tempo, in quanto tutto dipende dall’uso e dalla manutenzione eseguita sul prodotto.
Ai nostri affezionati clienti consigliamo di fare un salto di qualità e indirizzarsi sulla scelta del modello materasso Manuela perché è vero che costa un po’ di più, ma risolve veramente diversi problemi sia per quanto riguarda la pulizia giornaliera, risparmiando tempo e fatica, sia per la durata del prodotto stesso. Chi ha seguito il nostro consiglio si è trovato molto bene e ci elogia per il prodotto che è veramente il TOP e lo riassortisce costantemente.
Abbiamo consigliato il nostro modello materasso Manuela anche ad un centro di accoglienza per immigrati, in quanto l’ente ricercava un materasso con rivestimento contro le pulci e scabbia. Che dire? Sono rimasti molto soddisfatti e hanno replicato l’ordine già due volte.
Nel tempo ci siamo organizzati tenendo sempre una scorta a magazzino in pronta consegna della misura standard, in modo da essere celeri nella consegna anche di piccole quantità, ma sempre disponibili e con tempi rapidi nella realizzazione di misure e lavorazioni particolari. Come per esempio il materasso modello MANUELA ANTIDECUBITO.

 

Materasso sanitario antidecubito “MANUELA ANTIDECUBITO”

Il poliuretano espanso si presta bene alla prevenzione delle piaghe da decubito per questo viene usato per i pazienti costretti a periodi di lunga degenza; per favorire ancora meglio la circolazione di aria si può lavorare la sua superficie in maniera tale da creare molti dislivelli. Una di queste lavorazioni è la “bugnatura”: per intenderci meglio, pensiamo al cartone delle uova. In questo modo si favorisce il microcircolo di aria che aiuta a prevenire ed eventualmente curare le piaghe da decubito, alle quali molti pazienti costretti a letto per tanto tempo, possono essere soggetti, perché impossibilitati o limitati a potersi muovere autonomamente.
Le piaghe da decubito si formano a causa di mancanza di ossigeno e della perenne pressione che la “pelle” subisce rimanendo a contatto con il materasso, infatti le piaghe si formano prevalentemente nella regione sacrale, nei glutei e nei talloni.
Per concludere questo materasso è il nostro fiore all’occhiello ed è l’ideale per gli addetti ai lavori, viene prevalentemente fornito e apprezzato negli ospedali, nelle case di cura e di riposo, sia pubblici che privati.