Devo comprare un materasso nuovo per prevenire il contagio?

L’epidemia di Coronavirus ha fatto nascere tante domande ai nostri clienti a cui piano piano stiamo cercando di rispondere. Qui ti spiego come tenere pulito un materasso e come è fatto, in modo tale che ognuno cercherà da solo di capire se è necessario sostituirlo e comprarne uno nuovo. Prima di spendere dei soldi inutilmente, vi do qualche informazione su igiene e manutenzione.

 

Il materasso è il luogo dove dormiamo tanti anni

Il materasso si sa, è un ricettacolo di batteri, acari e insetti. Non è così raro che un materasso venga invaso da pulci del letto, acari o altri insetti, ma su queste infestazioni sono stati fatti molti studi e possiamo dire che la proliferazione è causata dalla tipologia dei materiali utilizzati all’interno del materasso.
Per il coronavirus non ci sono ancora studi in materia, quindi: sarebbe meglio sostituire il materasso o no?
Non lo sappiamo è la risposta: ciò che è certo è che il materasso non è sterilizzabile al 100% e non esiste un metodo scientifico per disinfettarlo veramente.
Se si utilizzano materiali anallergici come nei nostri materassi si risolve il problema.

Vediamo nel dettaglio come è fatto un materasso, così ognuno potrà fare le proprie considerazioni su ciò che è necessario fare.

Come è fatto un materasso?

Il materasso sia singolo che matrimoniale è composto da diversi strati.

Il molleggio

È molto importante perché è l’anima del materasso può essere costituito dalle classiche molle o da una lastra di poliuretano ad alta densità, resilienza e portanza.

Feltro

Rinforza il molleggio isolandolo.

Le imbottiture

Le nostre imbottiture sono in fibra poliestere anallergica, un materiale batteriologicamente puro e inattaccabile da tarme, muffe e insetti. Non solo: si adatta alla temperatura  del corpo e soprattutto non produce polvere neppure dopo tanti anni di uso. È l’unico materiale da noi utilizzato già da molti anni.

I tessuti

Qui possiamo dare libero sfogo alla nostra fantasia e al nostro stile.

Strato di memory

Un prodotto performante e confortevole .

Come tenere in modo igienico un materasso a seconda dei tipi di materiali con cui è costituito

I materassi sia singoli che matrimoniali vanno arieggiati, girati e ruotati ogni 2/3 mesi.
I materassi a molle possono essere messi anche al sole, per i materassi in memory è sconsigliabile l’esposizione ai raggi solari diretti.
I nostri materassi possono essere quindi tutti aspirati; non serve sbatterli in quanto non producono polvere e consigliamo un rapido passaggio con il vapore, facendo attenzione a non inumidire troppo il tessuto.

Come ci regoliamo a livello igienico per il Coronavirus?

Ad oggi non sappiamo molto sul coronavirus, si sentono tante opinioni, ma nulla di concreto. Il ministero della Sanità ha fornito delle norme di comportamento molto chiare. Ma non ci sono disposizioni riguardo il cambio del materasso.
Per cui non avendo dati o studi da valutare per dare delle risposte certe, lasciamo scegliere ai nostri clienti.

Cosa faremo per aiutare nell’acquisto di nuovi materassi e guanciali

Manuela e io siamo disponibili a fornire ogni informazione e consiglio a chi lo desidera per allungare la vita del materasso ed evitarne la sostituzione.
Puoi chiamarci, scrivere una mail, scrivere qui sul sito o anche sui nostri canali social.
È un discorso che ci sta a cuore: vogliamo poter contribuire al senso di protezione e sicurezza. E quello durante il sonno ritengo sia sacrosanto.

In questo periodo storico incerto e pesante per tutti abbiamo pensato di dare anche noi un piccolo contributo con uno sconto extra del 30% sui nostri normali prezzi, che applichiamo tutto l’anno, per chi prenota un materasso singolo o matrimoniale (fino al 31 maggio 2020).
Siamo produttori e vendiamo anche al dettaglio per cui, essendo la nostra filiera così corta, possiamo vantare grande competitività di prezzo.
Basta contattarci per prenotare: saremo liete di accompagnarti nella scelta.
Per il momento il nostro showroom è chiuso al pubblico per le disposizioni di legge. Ma in smart working siamo operative e abbiamo tempo di rispondere a tutte le domande per orientare la scelta.

Siamo italiani e siamo forti! Ci siamo sempre risollevati da soli, superando i nostri obiettivi.
Il nostro Paese si è sempre rialzato dalle prove peggiori a cui la storia lo ha sottoposto e ci rialzeremo anche questa volta.
Questo è il messaggio di fiducia e speranza che ci auguriamo: collaboriamo, restiamo uniti!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *