Materasso ortopedico matrimoniale

Materasso ortopedico: per chi è indicato?

Il materasso ortopedico è consigliabile a tutti!
Piccini, adolescenti, mamme, papà e nonni, in quanto previene e allevia i dolori articolari, muscolari e facilita la circolazione linfatica e sanguigna.

 

Che caratteristiche ha un materasso ortopedico?

Il materasso ortopedico è un materasso che ci accoglie e ci dona comfort durante il nostro riposo.
Una volta il materasso ortopedico si identificava come un materasso rigido, in quanto gli studi scientifici dell’epoca avevano individuato che dormire su un piano rigido portava beneficio alla colonna vertebrale, più era rigido e meglio era. Non è assolutamente vero!

Chi ha problemi di mal di schiena, dolori articolari oltre a compromettere ulteriormente il proprio stato di salute, non RIPOSA.

Spesso sento dire:

“Mi sono svegliato più stanco di quando sono andato a dormire.”

Ecco… Ci possono essere dei problemi e anche grossi, perché il nostro fisico necessita di riposo per ricaricarsi e per espletare tutte le sue funzioni.

Se non si riposa correttamente, ci si sveglia e ci si muove continuamente, vuoi per i dolori, vuoi per l’intorpidimento degli arti. Così tutta la stanchezza e i malesseri si ripercuoteranno sul nostro umore e sulla qualità della nostra vita.

 

Materasso ortopedico non vuole dire materasso rigido

Con il tempo, a discapito di chi ha sposato questa tesi, si è compreso che dormire sul troppo rigido non è assolutamente salutare, anzi alimenta enormemente la postura scorretta che la nostra colonna vertebrale assume, intensificando il classico mal di schiena.

Oggi si parla più frequentemente di materasso ortopedico ergonomico, che vuole significare che il materasso, matrimoniale o singolo, deve avere un corretto sostegno  e accogliere il nostro corpo per donargli una confortevolezza unica!

Noi non siamo piatti come una tavola di legno, il nostro fisico ha svariate curve che il materasso deve accogliere affinché la nostra colonna vertebrale possa distendersi, rilassando così la muscolatura delle spalle, della schiena fino alla zona lombare durante il sonno e agevolare la microcircolazione sanguigna.

 

Materasso ortopedico + memory: noi abbiamo fatto… lo SPLENDORE!

Per favorire ulteriormente questa funzione, ci viene in aiuto il Memory, un prodotto innovativo che per le sue caratteristiche di elasticità e di portanza, si adatta alla forma del corpo, riempiendo quelle zone che necessitano di sostegno, donando loro il giusto supporto, come per esempio la zona lombare, dorsale, cervicale e gli arti inferiori. Il Memory facilita anche la microcircolazione e allevia i dolori articolari in generale.

Per questi motivi abbiamo realizzato il materasso ortopedico per eccellenza, lo SPLENDORE, che coniuga il materasso tradizionale a molle terapeutico con l’innovazione del Memory.
Non a caso è il materasso più venduto in assoluto!
I nostri clienti quando lo provano si innamorano all’istante!

Materasso a molle Harmony Splendore

 

Quando comprare un materasso ortopedico?

Subito!
Personalmente condivido il detto:

“Prevenire è meglio che curare”

Pertanto consiglio un buon materasso ortopedico fin dai primi anni di vita del bambino.
Ovviamente è indispensabile per chi soffre di dolori articolari e muscolari e a chi genericamente soffre di mal di schiena. Ma è consigliabile anche a chi si sveglia con la sensazione di intorpidimento degli arti.

 

Materasso ortopedico a molle: si può portare in detrazione come spesa medica?

Il materasso ortopedico può essere portato in detrazione al 19% sulla dichiarazione dei redditi a condizione che:

  1. sia specificato che sia un materasso ortopedico;
  2. sia in possesso dell’iscrizione al portale del Ministero della Salute, ovvero che abbia la marcatura CE, la quale attesta che il materasso ortopedico o terapeutico sia un presidio medico;
  3. che lo scontrino fiscale o la fattura riportino la corretta descrizione, la marcatura CE, l’esatta intestazione, domicilio fiscale e codice fiscale del contribuente;
  4. il pagamento presso aziende private, quindi rivenditori, escluse le farmacie o sanitarie deve essere eseguito con un mezzo tracciabile come assegno, bancomat, carta di credito o bonifico.

In alternativa, il materasso ortopedico può essere portato in detrazione con il bonus mobili 2020.
Se ristrutturi la tua abitazione, puoi portare in detrazione fino a 10.000,00€ per l’acquisto di mobili, compresi i materassi e gli elettrodomestici.
Ricordati che per portarli in detrazione devi pagare con un mezzo tracciabile.

Se sei intenzionata ad un acquisto imminente e vuoi sapere più dettagli su come effettuare la scelta leggi qui:

Se vuoi provare il nostro materasso ortopedico, chiama allo 0541-759329 per prenotare una visita in showroom e chiedi di Francesca se hai piacere di parlarmi direttamente!

Materasso per prevenire le piaghe da decubito

Materasso antidecubito più adatto per le piaghe da decubito

Come Harmony da sempre ha prodotto materassi specifici per la degenza ospedaliera

La nostra azienda ha al suo attivo oltre 50 di esperienza nel settore materassi ospedalieri. Negli ultimi 30 anni le produzioni di materassi destinate a questo tipo di clientela si sono evolute ed adeguate sia alle richieste degli enti ospedalieri che alle molteplici esigenze dei vari pazienti.

Fin dagli anni ’80 l’elemento essenziale del materasso, affinché potesse essere collocato all’interno di un reparto ospedaliero, era:

  • essere “materasso ignifugo”;
  • appartenere alla classe 1 IM;
  • essere omologato dal Ministero degli Interni.

Il nostro ufficio sviluppo non si è accontentato di realizzare un solo materasso, ma ha realizzato una serie di materassi tutti idonei all’ambiente ospedaliero, con varie caratteristiche che li rendono unici e che soddisfano le esigenze dell’ente ospitante e del paziente.

Trascorrere un periodo, più o meno lungo in un ospedale, si sa non è un’esperienza piacevole, e noi nel nostro piccolo contribuiamo a renderla un po’ più comoda.

 

I materassi più usati negli ospedali: caratteristiche

I materassi più utilizzati negli ospedali o strutture simili, sono quasi esclusivamente in poliuretano espanso a cellule aperte che racchiudono un’alta percentuale di aria.
Il poliuretano è molto versatile sia in termini di dimensioni, ma soprattutto di portanza e resa elastica. Ciò significa che può essere più o meno sostenuto e ritornare alla sua forma originaria dopo aver subito delle compressioni.

Immaginiamo un corpo disteso su un materasso in poliuretano, sicuramente la zona delle spalle e del bacino, pesando di più rispetto ad altre parti del corpo, imprimono maggiormente la loro forma ed è grazie all’elasticità intrinseca del prodotto che lo stesso ritorna nella sua forma originaria.
Questa è una qualità importantissima se immaginiamo quante persone di peso, corporatura ed altezza diversa riposeranno su quel materasso.

 

Il materasso per la casa: l’epoca del Memory

È sicuramente più facile scegliere un materasso per la propria casa, in quanto lo stesso deve rispecchiare solo nostre esigenze e i nostri gusti.
Negli ultimi anni ha avuto un gran successo il viscoelastico, cioè il “MEMORY”, un poliuretano molto elastico e a lenta memoria, che ha un effetto avvolgente e favorisce la microcircolazione, non comprimendo le aree del corpo che hanno il contatto con il piano letto.
Per ultimo, ma non di poca importanza, anzi lo metto in evidenza è che il poliuretano non provoca irritazioni e dermatosi, è inattaccabile da tarme, muffe e insetti e acari.

 

I tessuti ignifughi per il materasso

Anche i tessuti che ricoprono questa tipologia di materassi devono essere ignifughi. Noi ne utilizziamo prevalentemente due tipi: il primo in poliestere, il secondo impermeabile.

Mi soffermo sul secondo, in quanto, a differenza di quanto si pensa normalmente, questo tessuto è altamente traspirante, nonostante sia impermeabile a tutti i liquidi.
È di facile pulitura e disinfezione e può essere lavato fino a 95°.

 

Poliuretano espanso: un nome bruttino per una materasso magnifico

Le richieste pervenute negli anni sono molteplici ecco perché siamo specializzati nella produzione di materassi ospedalieri. Ci sono enti che desiderano i materassi più alti, più larghi o lunghi, sezionati per i letti snodati e magari ogni sezione foderata con tessuto di colore diverso; e poi quelli che desiderano il Memory e quelli che desiderano “il materasso antidecubito”.

 

Prevenire le piaghe da decubito col materasso antidecubito

Il poliuretano espanso, comunque, si presta bene alla prevenzione delle piaghe da decubito per questo viene spesso usato per i pazienti costretti a periodi di lunga degenza e, per favorire ancora meglio la circolazione di aria, si può lavorare la sua superficie in maniera tale da creare molti dislivelli.
Una di queste lavorazioni è la “bugnatura”, per intenderci meglio pensiamo al cartone delle uova, così si favorisce il microcircolo di aria che aiuta a prevenire ed eventualmente curare le piaghe da decubito, alle quali molti pazienti costretti a letto, per tanto tempo, possono essere soggetti, perché impossibilitati o limitati a potersi muovere autonomamente.

Particolare della struttura del nostro materasso antidecubito “Sintex Star bugnato”

Le piaghe da decubito si formano a causa di mancanza di ossigeno e della perenne pressione che la “pelle” subisce rimanendo a contatto con il materasso, infatti le piaghe si formano prevalentemente nella regione sacrale, nei glutei e nei talloni.

 

Il materasso antidecubito di Harmony: il sintex star bugnato

Il modello “SINTEX STAR BUGNATO” è sicuramente indirizzato agli ambienti ospedalieri e alle case di riposo.
È un articolo molto mirato ad un uso esclusivo, ma spesso ci viene richiesto anche dalle famiglie che si apprestano a rendere più comodo il materasso del nonno o della nonna o della persona che per varie ragioni dovrà trascorrere molto tempo a letto.
Noi, perciò, lo vendiamo direttamente anche alle famiglie ed essendo un articolo registrato al Ministero della Salute, come presidio medico con marcature CE, lo potranno detrarre al 19%, oltre ad avere, se in possesso dei requisiti, l’agevolazione dell’iva al 4%.
Per nostra esperienza le ASL provvedono a fornire gratuitamente il letto, ma raramente il materasso; quindi l’utente quasi sempre ha pochissimi giorni a disposizione per poter acquistare il materasso. Per questo motivo ci siamo attrezzati per poter offrire una soluzione tempestiva per soddisfare l’esigenza di prodotto su misura, velocemente ad un ottimo prezzo.
I clienti ai quali forniamo questo servizio ci ringraziamo infinitamente in quanto risolviamo loro “il problema”!

Certo, vendere questo tipo di materasso rispetto ad un materasso per la casa è molto diverso, proprio per l’uso specifico che se ne dovrà fare e per la persona alla quale è destinato.
La nostra tecnica di vendita rimane la medesima: ci piace spiegare nel dettaglio tutti i componenti del materasso, le loro funzioni e come si comportano all’uso, ma sicuramente le nostre emozioni saranno diverse.

Guida su come scegliere il materasso

Come scegliere il materasso: budget, prova e acquisto – La guida

Il nostro materasso generalmente ci accompagna in una o più fasi della nostra vita e a volte ci si affeziona perfino.
Ma quand’è che sentiamo il bisogno di cambiare il materasso?

Il primo campanello d’allarme è il mal di schiena mattutino, che può essere dovuto a tante situazioni:

  • il materasso inizia a sentire i segni del tempo (tessuto usurato, imbottitura ormai inesistente);
  • a volte anche cattivo odore (dipende dai materiali di cui è composto);
  • oppure può succedere di fare un acquisto sbagliato e la tipologia non fa al caso nostro;
  • o semplicemente sentiamo il bisogno di cambiare per provare un articolo nuovo in base alle ultime tendenze.

E tu in quale situazione ti trovi?

Vediamo passo per passo come affrontare l’acquisto di un nuovo materasso.

 

La scelta del nuovo materasso

Nell’epoca in cui viviamo non è difficile reperire informazioni prima di effettuare un acquisto. Ci sono molti siti rivolti ai consumatori nei quali ti puoi informare in via preliminare, cito per fare un esempio altroconsumo.com, ma ce ne sono molti altri che si possono consultare.
Questa fase iniziale può aiutarti a farti un’idea dei tipi di materassi in commercio, delle dimensioni, se la spesa è detraibile e quando, insomma tutta una serie di informazioni per arrivare più preparato al momento della prova.

 

Decido il budget per l’acquisto del materasso

Comprare un materasso nuovo è un vero e proprio investimento e fare un buon acquisto nel tempo ci ripagherà senz’altro in termini di salute fisica, ma anche di buon umore mattutino!
Perciò, come per tutti gli investimenti, anche in questo caso è importantissimo decidere un budget da destinare.

Per l’acquisto di un materasso matrimoniale consiglio di destinare un budget non inferiore a € 500, la metà se parliamo di un singolo. Materassi venduti ad un prezzo inferiore difficilmente possiedono qualità necessarie per durare nel tempo.

 

Chiedo informazioni: alla ricerca delle recensioni sul materasso

Dopo una bella infarinatura iniziale e aver deciso il budget di spesa, è arrivato il momento di cercare il luogo dove procurarsi questo oggetto così prezioso. In base alla mia esperienza, il miglior metodo per avere info per un nuovo acquisto è il passaparola, chiedendo ad un amico o un familiare facendosi raccontare quella che è stata la loro esperienza.

Tanti altri invece preferiscono ricercare on line visitando i vari siti internet e facendosi trasportare dalle emozioni del mondo informatico. In questo secondo caso è per me importantissimo leggere le recensioni di chi ha acquistato il materasso prima di noi. Chi scrive magari non è né un parente o un amico, ma se ha avuto un’esperienza estremamente positiva o al contrario parecchio negativa ci possiamo fidare anche di lui!

 

Come scegliere il materasso: la prova 

Bene! Ora si passa alla parte pratica: provare il materasso, che goduria!
Poter provare il materasso prima dell’acquisto è un diritto sacrosanto e lo Show Room deve essere un posto dedicato al relax.
Non ci deve essere assolutamente fretta nella scelta, anzi, non essendo possibile portarlo a casa e dormirci una notte, prenditi tutto il tempo necessario.
Noi teniamo molto a questo aspetto e spesso ci allontaniamo per permettere al visitatore di sentirsi come se fosse nella sua camera da letto.

Quando si testa un materasso è importante farlo nella posizione in cui si dorme a casa. Notiamo che quasi tutti quando si stendono per la prova assumono la posizione “a pancia in su” fermi e immobili. Certo, la schiena è sempre la prima a parlare, ma perché non farla parlare nella posizione in cui ognuno di noi si sente più a suo agio?

La scelta del materasso, come anche quella del guanciale è strettamente legata alla posizione preferita ed è per questo estremamente soggettiva. C’è chi lo preferisce più rigido, chi più avvolgente, chi invece cerca il giusto compromesso. Il bello di poter provare il materasso è vivere un’esperienza per arrivare a dire:

È lui, è quello giusto!

Un po’ come, per noi donne, quando si va a provare l’abito da sposa…

 

La spedizione/consegna: maneggiare il materasso con cura!

La consegna del materasso è una parte molto delicata. Il materasso è in genere molto ingombrante, soprattutto se matrimoniale, e spesso anche molto pesante, il che è un buon segno perché vuol dire che ci sono tante componenti all’interno.

Un consiglio utile: se la tua abitazione non è al piano terra, è bene trasportare il materasso attraverso le scale non utilizzando assolutamente l’ascensore perché si rischia di rovinarlo, soprattutto se si tratta di un materasso a molle. Capitò che un trasportatore a cui avevamo affidato la consegna fece entrare il materasso in ascensore deformandolo al punto che una riparazione non sarebbe stata possibile. Non lasciamoci ingannare dalle dimensioni, sono oggetti da maneggiare con estrema cura.

 

Cosa fare quando arriva: consigli per la cura del materasso

Quando finalmente hai messo sul letto il tuo materasso ideale è sapere come allungargli la vita e tenerlo sempre fresco e pulito. Ti do qualche dritta senza annoiarti troppo:

  • consiglio di girare e ruotare il materasso per ogni 15/20 giorno almeno per i primi 3 mesi dall’acquisto. Questa operazione è fondamentale per permettere al materasso di assestarsi. Se hai acquistato un matrimoniale sarebbe meglio farlo in due per alleggerirne il peso. Trascorsi i 3 mesi è sufficiente ripetere l’operazione anche ogni 6 mesi. Io per esempio lo faccio ad ogni cambio di stagione!
  • Per mantenerlo sempre fresco e pulito consiglio di arieggiare spesso la camera da letto e se ogni tanto lo si vuole sanificare, nessuna arma è più potente del vapore. Ma mi raccomando fallo asciugare bene dopo questo passaggio.
  • Infine consiglio di utilizzare sempre il coprimaterasso per proteggerlo dalla polvere e da eventuali macchie soprattutto se si hanno bimbi piccoli; in quest’ultimo caso se è impermeabile è ancora meglio! Se invece il materasso che hai acquistato è sfoderabile, puoi lavare la fodera seguendo le istruzioni di lavaggio presenti sull’etichetta. 

 

Cosa me ne faccio del vecchio materasso?

Se con l’acquisto del nuovo materasso vai a sostituirne uno vecchio, quest’ultimo diventa un rifiuto che per via delle dimensioni, non è possibile buttare nella pattumiera.
Ma non ti abbattere, c’è la soluzione.

I materassi sono “rifiuti ingombranti” e del ritiro e dello smaltimento si occupano le aziende di gestione rifiuti della propria regione. Il ritiro e lo smaltimento del vecchio materasso è gratuito e si richiede su appuntamento. Basterà posizionare il vecchio materasso fuori dal cancello la sera prima del giorno concordato. Oppure se il materasso è in buone condizioni, puoi anche destinarlo ad alcune comunità o associazioni per i più bisognosi.

 

Lo Show Room: la nostra esperienza

In passato abbiamo avuto diversi negozi nella nostra zona, ma nel 2017, dopo che io e mia sorella abbiamo preso in mano le redini dell’azienda, abbiamo inaugurato un nuovo Show Room direttamente in sede. È stata una giornata molto emozionante perché ha rappresentato l’inizio di qualcosa di nuovo, ma anche perché è stata condivisa insieme ai nostri dipendenti che si sono prestati ad aiutarci: chi scattava le foto, chi si occupava del buffet, chi dalla produzione è passato al contatto diretto con il cliente, chi dall’amministrazione prendeva i contatti dei visitatori che avevano partecipato all’evento. Non importava chi era chi, quel giorno la cosa importante era festeggiare insieme!

Noi crediamo molto nel contatto umano, nell’importanza delle relazioni e amiamo essere una guida per il cliente.

Hai già provato a scegliere il materasso tra le nostre proposte?

 

Materasso a molle Splendore

Materasso a molle con uno strato di avvolgente memory


Materasso a molle Harmony Splendore

Materasso a molle Terapeutico plus

Il nostro materasso più venduto!


Terapeutico plus Harmony-materassi

Materasso a molle Desiderio

Ergonomico, con rinforzi laterali, molto trendy!


Materasso migliore per la gravidanza

Materasso migliore per la gravidanza – La mia esperienza

Dormire in gravidanza: in quale posizione?

Quando si è in dolce attesa, dormire sonni tranquilli può diventare un problema soprattutto negli ultimi mesi quando il pancione è sempre più ingombrante e il peso del piccolo inizia a farsi sentire.

Tendenzialmente, ognuna di noi va alla ricerca della posizione giusta con lo scopo di alleggerire il peso della pancia e alzarsi la mattina senza il mal di schiena.
Sappiamo bene che è necessario ricaricare le batterie prima del parto, perché dopo la nascita del piccolo, dormire anche solo 5 ore di fila sarà un lusso, almeno per i primi mesi.

Per esempio, nel mio caso, durante la mia prima gravidanza dormivo bene solo di lato e durante gli ultimi mesi mi aiutavo mettendo un cuscino allattamento in mezzo alle gambe. Nella mia seconda gravidanza, iniziata solo 7 mesi dopo il primo parto, ho dormito tranquillamente a pancia in su fino alla fine.
Voglio precisare che le mie bimbe hanno 16 mesi di differenza.

 

Materasso migliore per la gravidanza

Ciao! Sono Cristina e queste sono le mie bimbe!

In quale posizione durante la gravidanza consigliano di dormire gli esperti?

Gli esperti consigliano di dormire su un lato, ancora meglio se si tratta di quello destro perché consente la migliore ossigenazione alla placenta.

C’è un altro fattore che incide parecchio sulla qualità e la quantità del sonno in gravidanza indicativamente dal quarto quinto mese: i movimenti del piccolo! Infatti non sempre i bimbi dentro la pancia capiscono la differenza tra giorno e notte e danno dei calcetti a volte forti tanto da svegliarci. Che burloni!

 

I problemi del dormire per chi è in gravidanza

Tra i tanti problemi del dormire in “stato interessante”, c’è ne uno che a me ha dato parecchio fastidio in entrambe le gravidanze: dovermi svegliare di frequente per andare in bagno.
Purtroppo le continue pipì sono una costante per tutta la durata della gravidanza sia di giorno che di notte e si intensificano soprattutto negli ultimi mesi. È ovvio che questo doversi alzare dal letto disturba molto la qualità del sonno.

 

Quale tipo di materasso fa al caso mio se sono in gravidanza?

Il materasso che fa al caso tuo se sei in gravidanza è sicuramente un materasso non troppo rigido così che il peso del pancione non incida troppo sulla colonna vertebrale, ma neanche troppo avvolgente, in modo da facilitare i movimenti di un pancione che diventa sempre più ingombrante e difficile da gestire.

Suggerisco perciò di dormire su un materasso a molle che aiuta a facilitare i movimenti durante il sonno.

Escluderei invece tutti i modelli in memory foam che per sua natura, è estremamente avvolgente e questo non ne facilita i movimenti. Sconsiglio anche la tipologia in solo poliuretano perché al contrario, dona troppo sostegno e rigidità.

 

Cosa bisogna fare per dormire bene in gravidanza

Materasso migliore per dormire in gravidanza

Io e le mie bimbe

Per assicurare un buon sonno durante lo stato di gravidanza secondo me sono importanti due cose:

  1. uno stile di vita sano;
  2. una corretta alimentazione.

Lo so, può sembrare un discorso da pubblicità di un medicinale, ma è davvero così!
Durante entrambe le mie gravidanze ho camminato molto e la mia schiena ne ha sicuramente giovato soprattutto se come me fai un lavoro sedentario di “scrivania”. Durante le notti non ho mai sofferto di mal di schiena. In più camminare aiuta il bimbo nella pancia a capire la differenza tra il giorno e la notte, un altro fattore da non sottovalutare!

Un’altra cosa che consiglio vivamente di fare e che giova alla qualità del sonno è seguire delle lezioni di pilates. Questo tipo di ginnastica infatti agisce sul controllo della postura, che in gravidanza subisce notevoli modificazioni. Inoltre il pilates migliora l’elasticità e l’efficienza muscolare, aiutando a prevenire dolori alla schiena e problematiche articolari e consentendo un miglior recupero fisico dopo il parto.

Io praticato un corso di pilates rivolto a donne col pancione durante la mia prima gravidanza: ho iniziato verso il 4° mese e l’ho seguito fino alla fine. Lo rifarei altre mille volte!

 

Il letto comodo fa la differenza in gravidanza!

Per mia esperienza il materasso ideale per chi è in gravidanza è il Terapeutico Plus. Questo modello rispecchia quello che descritto qualche riga sopra, ovvero il giusto compromesso tra rigidità e avvolgenza.
Il sistema a molle BONNEL HD caratterizzato dalla presenza di un elevato numero di molle favorisce il corretto sostegno della colonna vertebrale che proprio in gravidanza è soggetto a un maggior carico di pressione.
La doppia imbottitura in fibra anallergica è fresca in estate e calda d’inverno per cui è adatto in tutte le gravidanze siano esse durante l’estate che durante la stagione invernale.

E poi, il sistema di sicurezza antiaffossamento con strato di foam ad alta densità donano quel giusto “abbraccio” fondamentale per il comfort della mamma, ma anche del bimbo in pancia.

Spero di essere stata d’aiuto a tutte le donne in gravidanza, soprattutto a quelle che in questo momento soffrono la difficoltà del sonno. Sono disponibile a offrire dei consigli: lasciami un commento qui sotto o chiamami direttamente in azienda allo 0541-759329 . Ti aiuterò con grande piacere! Se  dipende dal materasso ti assicuro che possiamo risolvere in fretta le difficoltà del riposo in gravidanza!